La fine della crescita.


Scritto da Chris Martenson tramite PeakProsperity.com,

O finisce ... o lo facciamo.

Sempre più, sento che la gente si sente frustrata e tradita, unita a un senso di perdita e disperazione. Anche io mi sento così.

Come ho scritto di recente, osservo che ciò è dovuto più di ogni altra a un fenomeno diffusodemoralizzazionela società sta soffrendo.

Certamente le statistiche riflettono questo. Suicidi nelGli Stati Uniti sono in aumento del 30% dall'inizio del millenniol'obesità è aproporzioni epidemiche,i tassi di mortalità sono in aumentospecialmente tra gli americani bianchi della classe lavoratrice, ela nostra dipendenza da oppiacei nazionaleè ora l '"epidemia di epidemie".

A questi possiamo anche aggiungere il calo dei tassi di natalità e lo spostamento veramente sorprendente verso un'età più giovane per l'insorgere della depressione;declinando dall'età 30 ora per invecchiare ... 14(!)

Quando un organismo rinuncia alla cura di sé, all'allevamento o alla sua volontà di vivere, soffre di una tremenda quantità di tensione che sta tagliandolo fuori dalla sua stessa forza vitale. Un leone scoraggiato che si disperde in una gabbia ha molto in comune con l'americano medio oggi.

A un livello profondo, ciò che ci affligge non è una miriade di problemi non correlati e intrattabili, ma il fatto che il nostro modello di perseguire la crescita economica eterna semplicemente non funziona più. Non funziona per gli ecosistemi sempre più tese del pianeta, né funziona per il fondo 99% delle persone nella società (cioè le non-élite).

Le varie epidemie sanitarie di cui sopra sono solo sintomi di una più acuta crisi spirituale acuta.

Ma visto in una certa prospettiva, questo potrebbe essere un buon segno.

Perché? Perché per passare da un modello all'altro, il vecchio deve prima diventare insopportabile.

E poiché i dati citati in precedenza stanno diventando sempre più chiari, la nostra dipendenza dalla crescita sta uccidendo noi e gli ecosistemi da cui dipendiamo.

Guarda, se sei un essere umano ben nutrito - fisicamente, emotivamente e spiritualmente - allora hai un sentito apprezzamento per la Terra. Puoi vedere chiaramente che è dolorosamente bello, perfetto e abbondante. È la tua casa, tua madre, la fonte di tutto il tuo sostentamento, e l'unica nave per i tuoi figli e nipoti (nati o non ancora nati) - che si estendono fino al futuro come puoi immaginare.

Sono completamente innamorato di questo mondo e di essere vivo in esso. Amo la bellezza della natura e tutte le sue forme di vita, ognuna bella e completa a modo suo, proprio come questa libellula:

La natura e la nostra connessione ad essa riguarda la creazione, il flusso e la rigenerazione - è profondamente spirituale. Vivere in un mondo unicamente di materialismo, privo di significato e connessione più profondi, è il leone in gabbia che si sta dileguando.

La perdita di vite umane su questo pianeta, la diminuzione di ecosistemi un tempo complessi in ombre aride e semplicistiche del loro io precedente, è fonte di tristezza molto reale e profonda. È mia convinzione che il terrore esistenziale che molti di noi sentono sia la nostra registrazione della perdita della vita - consapevolmente o meno - mentre la Natura ritraccia la sua abbondanza.

Chi ascolta sente ancora i grilli di notte? Con ilapocalisse insetto spiegante, sempre meno sono in grado di fare questa affermazione.

Il punto di tutto questo è che l'unica via d'uscita da questa scatola in cui ci troviamo è l'adozione di un modello migliore per vivere. E per farlo, dobbiamo prima riscrivere la narrazione che ci guida.

Se lo facciamo, tutto è possibile. Possiamo creare un futuro di abbondanza e prosperità.

Ma se non lo facciamo,la fine sarà certianamente amara e piena di rimpianti.

Narrativa #1: la crescita è sempre buona, più crescita è sempre migliore

Letteralmente ogni volta che si legge qualcosa sulla crescita economica è sempre, infallibilmente, inquadrato in termini positivi. Ciò serve a rafforzare l'idea che la crescita sia "buona". Non è mai stata mai messa in discussione o conosciuta diversamente.

Ecco un esempio:

Lo scorso anno il prodotto interno lordo della Cina è cresciuto del 6.9 per cento, ha dichiarato il premier Li Keqiang a una riunione regionale in Cambogia la scorsa settimana. “La situazione generale è stata migliore del previsto, "Ha detto.

La stima del signor Li èsuperiore alla crescita percentuale 6.7 riportata per 2016 ma il vero recupero è stato più netto.I risultati aziendali sono rosei, le importazioni di materie prime stanno raggiungendo nuovi recorde i prezzi alla produzione sono tornati a guadagni costanti, a significare una migliore salute industriale.

Quindi, perché le cifre del PIL di 2017 di giovedì non lo sarannoriflettono le buone notizie?

(Fonte - FT)

La crescita economica della Cina è stata descritta come "migliore (del previsto)" e in termini di "recupero" e "ottimismo" e "buone notizie". Non importa quali fonti di notizie leggi, trovi sempre una crescita incorniciata come "buona" , "roseo" e desiderabile.

Ma è veramente una di quelle cose?

Usando la "Regola di 72" possiamo dividere la crescita 6.9% segnalata in 72 e scoprire che a quel ritmo di crescita, l'economia cinese raddoppierà del tutto solo negli 10.4 anni.

È già la più grande economia del mondo in termini di importazioni di petrolio, utilizzo di materie prime, calcestruzzo versato e cibo consumato. Ma negli anni 10.4 saranno due volte tutte queste cose.

E poi cosa? Bene, un altro raddoppio da lì ovviamente, tutto roseo, desiderabile e buono. Ma quante altre foreste, pesca, falde acquifere e combustibili fossili consumeranno tale raddoppio?

Naturalmente, quando leggi di un rallentamento economico vedrai parole come "preoccupazione" "indebolire" e "appesantire". Questo condizionamento sottile e continuo ha la maggior parte delle persone fermamente convinto che la crescita economica è qualcosa che vogliamo sempre più di.

Questa è programmazione psicologica, pura e semplice. È così pervasivo che è completamente accettato senza domande o esami.

Il problema, naturalmente, arriva quando quella narrazione indiscussa della crescita comincia a sporcarsi il suo stesso nido. Quando i sistemi di guida interiore delle persone iniziano a scontrarsi l'un l'altro: uno si impegna all'idea di una crescita senza fine, l'altro osserva il danno che fa. L'autoconservazione si scontra con l'autolesionismo.

Forse questo spiega l'attrattiva di massa di film comeAvengers: Guerra di Infinitydove il malvagio Thanos è un pazzo alto un metro e ottanta che cerca di ristabilire l'equilibrio in un universo di mondi incolti uccidendo metà degli esseri viventi in esso. L'intera trama gioca su questi sistemi di credenze subcoscienti che sto descrivendo. Mi chiedo se questo sia, in parte, il motivo per cui il film è stato un enorme successo al botteghino.

Narrativa #2: Crescita è ora il nemico

Quando ero un bambino, la nostra famiglia misurava la crescita di me e dei miei fratelli sul telaio di una porta a matita. Non vedevo l'ora di essere più alto ad ogni nuova misurazione.

Ma sono certamente felice di aver smesso di crescere per età 18. Altrimenti sarei cresciuto sopra 9 di altezza, probabilmente morendo da un attacco di cuore per età 26.

Non c'è niente di sbagliato nella crescita, in sé e per sé. Ma il suo contesto conta in modo critico.

Crescita senza fine che supera i parametri biologici? Beh, questo è solo cattivo - se stiamo parlando di altezza incontrollata, popolazioni di cervi o cellule tumorali.

Non c'era nulla di sbagliato in noi esseri umani che si espandevano nella nostra biosfera in quanto poteva sostenere la nostra popolazione, così come qualsiasi organismo esistente. Il problema consisteva nel non autoregolamentare il nostro consumo a un livello sostenibile.

Diamine, è peggio di così perché non ci siamo limitati a regolare noi stessi; abbiamo semplicemente ignorato la matematica.

Ecco alcuni semplici problemi di matematica che avremmo potuto facilmente vedere arrivare, ma abbiamo scelto di non:

La semplice matematica dice che più persone che cercano di mangiare i combustibili fossili in diminuzione è una situazione difficile. Chi sta facendo qualcosa di serio sul palco del mondo in questo momento?

Ancora più facile la matematica dice che la nostra pensione e le promesse fatte per noi non possono mai essere soddisfatte. Cosa si sta realizzando realisticamente su tutto ciò? Niente, per quanto posso dire.

Qual è il piano per sostituire 100% del calcestruzzo mai versato nel mondo? Da dove viene l'energia per quello che verrà?

Gli umani non sono mai passati da un sistema energetico più o meno concentrato prima. E a ritmi attuali ci vorranno più anni 400 per arrivarci. Dove sarà l'energia perquellala transizione viene?

Quanto sopra è solo un elenco molto parziale di funzioni matematiche sbagliate che stiamo affrontando insieme ad alcune domande molto ovvie. Il modo più semplice per risolverli tutti è quello di ammettere finalmente a noi stessi che una maggiore crescita non è la soluzione qui, in realtà è il problema:

Il che ci riporta all'idea di demoralizzazione che sta dilagando e guadagnando terreno. È quello che succede quando la tua mappa cognitiva non funziona più:

Piuttosto che un disturbo depressivo, la demoralizzazione è un tipo di disturbo esistenziale associato alla rottura della "mappa cognitiva" di una persona.È una crisi psico-spirituale globale in cui le vittime si sentono generalmente disorientate e incapaci di individuare il significato, lo scopo o le fonti di soddisfazione dei bisogni.

Il mondo perde la sua credibilità e le vecchie convinzioni e convinzioni si dissolvono in dubbi, incertezza e perdita di direzione.

Frustrazione, rabbia e amarezza sono soliti accompagnamenti, oltre al senso di appartenenza a una causa persa o alla perdita di una battaglia. L'etichetta "depressione esistenziale" non è appropriata in quanto, a differenza della maggior parte delle forme di depressione,la demoralizzazione è una risposta realistica alle circostanze che incidono sulla vita della persona.

(Fonte)

Hai capito? La demoralizzazione è in realtà arealisticorisposta in determinate condizioni.

Queste condizioni si stanno manifestando ora, il che significa che le ondate di statistiche scoraggianti che stiamo vedendo non sono "cattive"; ci stanno dicendo qualcosa di importante. Le persone hanno ragione di essere profondamente turbate dal modo in cui la narrativa principale della loro cultura non è più mappata alla realtà. Peggio ancora, l'infinita narrativa della crescita sta uccidendo la vita su questo pianeta e quindi nuoce a ciascuno di noi in modo sia palese che sottile. Sempre più persone lo stanno rilevando, e questa è una buona cosa, perché questo è il primo passo necessario per creare una nuova narrativa e adottare un modello diverso che, auspicabilmente, ci serva meglio.

Spesso su Peak Prosperity diciamo che se provi angoscia (o demoralizzazione), significa che c'è un divario tra ciò che sai e ciò che stai facendo. Dal momento che non puoi disimparare qualcosa, la cosa migliore da fare è cambiare il tuo comportamento.

Agisci per allineare ciò che tusaperecon quello che tudo.

Ricevo totalmente la frustrazione, la rabbia e l'amarezza esposte in politica in tutto l'Occidente proprio ora, ma queste sono quasi universalmente indirizzate male agli obiettivi sbagliati. Sia per intento che per caso, questo è solitamente il caso e fortemente supportato da un sistema mediatico che promuove effettivamente le divisioni sull'unità e l'isolamento dalla connessione.

La verità più profonda è che tutti noi stiamo vivendo shock dolorosi e quindi stiamo reagendo come ratti in una gabbia, combattendoci a vicenda perché non siamo in grado di individuare correttamente la vera fonte del nostro dolore.

Quindi che si fa?

Sì, la matematica non funziona. Sì, non c'è in gioco nessuna strategia di cui non sei a conoscenza. Purtroppo, quello che vedi è ciò che ottieni. L'unico e solo piano che i panner centrali hanno è quello di raddoppiare i loro sforzi per guidare più crescita. E per farlo creando sempre più denaro artificiale per aumentare i prezzi delle azioni e delle obbligazioni.

L'unico piano diqualsiasiil governo deve far crescere la propria economia e assicurarsi più potere per se stesso.

Ciò significa che spetta a te, a me - a noi collettivamente - elaborare la nuova narrativa, o almeno supportarla così come è dolorosamente nata. Dobbiamo diventare il cambiamento che desideriamo vedere. Viviamo nell'epoca in cui è in atto The End of Growth. È un momento critico e importante per essere vivi e ognuno di noi ha un ruolo vitale da svolgere.

Per certo, ci sono molti passi che puoi e in effetti dovrebbero prendere per costruire la tua capacità di recupero per prepararti a un futuro molto incerto.Questi sono ben delineati nel nostro libroProsperare!e comprendere il8 forme di capitale(Finanziario, sociale, materiale, culturale, tempo, conoscenza, vivente ed emotivo), ognuno dei quali dovresti lavorare per svilupparne di più in questo momento.

Ma inParte 2: Come coinvolgere gli altriCondivido le competenze che ho sviluppato negli ultimi dieci anni per comunicare efficacemente queste informazioni difficili, che molte "persone normali" non sono desiderose di ascoltare. Fatto correttamente, puoi impegnare nuove menti, reclutare il loro sostegno e contribuire a trasformare la società in una nuova e migliore narrativa.

Inoltre, queste tecniche e le migliori pratiche hanno un reale valore pratico. Che tu stia cercando di informare qualcuno su queste difficili sfide emotivamente che affrontiamo, o che influenzano i tuoi compagni di lavoro per intraprendere un importante progetto che hai in mente, o per chiedere il sostegno del tuo coniuge durante un importante cambiamento di vita / carriera, i principi sono gli stessi .

Clicca qui per leggere 2 partedi questo rapporto (riepilogo esecutivo gratuito,iscrizionerichiesto per l'accesso completo)

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!