L'aumento dei prezzi e la caduta del loonie si riflettono sulle proprietà dei sunbelt


Con il loonie che perde valore rispetto al dollaro americano, i prezzi delle case americane salgono e il potenziale per tassi ipotecari più elevati, gli snowbirds canadesi potrebbero aver perso il momento migliore per acquistare una proprietà per le vacanze invernali.

Ma ciò non significa che la finestra sia completamente chiusa, dicono gli esperti del settore.

Secondo i dati più recenti della National Association of Realtors, con sede a Washington, la casa mediana negli Stati Uniti durante il primo trimestre di 2013 ha recuperato $ 176,000. Si tratta di 12% più di un anno prima, anche se rimane ben al di sotto del picco di $ 227,000 prima della recessione 2008-09.

Anche così, la figura nazionale sottovaluta enormemente il tuffo in alcune regioni del sole come la Florida e l'Arizona - le due destinazioni più popolari per i canadesi - dal momento che i giorni di pre-crollo in cui i prezzi hanno colpito i tetti ei controlli finanziari per l'emissione di mutui erano praticamente non -esistente.

A partire da 2007, in Florida, e in una certa misura in Arizona, sono stati colpiti da uno "tsunami" di fattori che hanno contribuito al crollo dei valori immobiliari. Insieme alla recessione nazionale, questi stati sono stati anche martellati da anni di cementificazione, un livello più elevato di pignoramenti e una diminuzione più marcata della domanda.

Joe Morgan, noto anche come Golf Home Guru, un agente specializzato in proprietà legate al golf nel sud-ovest della Florida, ha dichiarato che i prezzi delle case per le vacanze in cui vive a Napoli sono crollati del 50% o più.

Fu per coincidenza anche un tempo in cui il dollaro canadese si apprezzava in valore alla parità o superiore, addolcendo la pentola per gli uccelli delle nevi.

Il rapporto degli agenti immobiliari mostra che 2012 e 2013 sono stati i migliori due anni per le vendite agli stranieri nella storia, con i canadesi che rappresentano quasi un quarto di quegli acquisti, il doppio rispetto a qualsiasi altra nazione di origine.

L'acquisto mediano dei canadesi nell'ultimo anno è stato per una casa del valore di $ 183,000, con Fort Lauderdale, Orlando e Napoli, Florida e Las Vegas, Nevada, tra le loro prime scelte.

"Il business di (Snowbird) è stato solido per tre anni di seguito", ha dichiarato Morgan. "Probabilmente due, tre anni fa era il momento ideale per comprare, ma i nostri prezzi hanno iniziato a salire negli ultimi 12 a 18 mesi".
L'anno scorso, il prezzo medio di una casa a Napoli è aumentato del 17.4 per cento, e continua a salire a circa 10 fino a 12 per cento fino a 2013.

Tuttavia, questa è una lunga strada dal picco.

"Proprietà di pericolo, pignoramenti e vendite allo scoperto, ora sono molto più limitate di quanto non fossero, ma ci sono ancora alcune opportunità là fuori", ha detto. "Quindi non penso che ci sia qualche motivo per i canadesi di rinunciare al sogno in questo momento. Ci sono ancora alcuni valori forti. È solo che non hanno colto il mercato in fondo ".

Con l'economia americana ampiamente proiettata a salire a vapore nella seconda metà di 2013 e tornando a un tasso di crescita più tradizionale di quasi il 3% in 2014, l'associazione nazionale immobiliare prevede che i prezzi delle case continueranno ad apprezzarsi nei prossimi giorni anni.

Nel frattempo, il dollaro canadese non vale più del dollaro USA e ora scambia da quattro a cinque centesimi sotto la parità, il che significa che qualsiasi acquisto viene fornito con un sovrapprezzo una volta aggiunti i costi di conversione del tasso di cambio.

Alcuni economisti ritengono che il loonie rimarrà al livello attuale per il resto dell'anno, ma alcuni, compresa la TD Bank, stanno proiettando un calo a 90 centesimi dagli Stati Uniti entro la fine di 2013. Pochi pensano che la valuta canadese si rafforzerà quest'anno.

Ma Jed Smith, un direttore di ricerca con il gruppo degli agenti immobiliari, ha detto che le condizioni attuali rappresentano ancora un affare storico per i canadesi.

"Ovviamente prima sarebbe stato meglio (ma) in seguito sarà probabilmente peggio", ha detto.

Anche se le condizioni si stanno stringendo, Richard Silver di Sotheby's International Realty a Toronto dice che potrebbe spronare di più i canadesi a fare il grande passo nei prossimi anni.

"Con l'aumento del mercato, a volte le persone comprano perché temono che se aspettano più a lungo dovranno pagare di più", ha spiegato Smith.

"È come quando i tassi salgono, le persone dicono: 'Devo comprare ora perché tra cinque anni saranno davvero alti e non potrò permettermelo."'

Morgan ha detto che i canadesi che acquistano proprietà americane dovrebbero essere realistici riguardo ai potenziali rendimenti degli investimenti.
Mentre i prezzi potrebbero essere ancora 25 o 30 per cento al di sotto dei picchi pre-crisi, quegli inebrianti valori immobiliari erano sia straordinari che un po 'miraggi e potrebbero non essere più visti per molti, molti anni.

"Erano prezzi artificiali causati da finanziamenti telefonici che erano disponibili e l'inventario era così basso che non importava quale fosse la proprietà, la gente lo voleva. E 'diventato ridicolo ", ha detto Morgan. "Penso che il mercato sia molto più conservativo ora."

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!