L'aumento del debito porterà a $ 10,000 oro: Barisheff


I crescenti livelli di indebitamento nel mondo sviluppato continueranno a sostenere l'oro nel futuro prevedibile, portando con sé il potenziale per il metallo prezioso che alla fine raggiungerà $ 10,000 un'oncia, ha notato il toro d'oro Nick Barisheff in un forum a Toronto.

L'amministratore delegato di Bullion Management Group Inc. ha affermato che l'oro si sta ora spostando a perdita d'occhio con l'aumento dei livelli del debito degli Stati Uniti e che, dato che i livelli del debito continuano a crescere, rimane il supporto per l'oro ad andare molto più in alto.

"Sulla base delle stime ufficiali, il debito americano dovrebbe raggiungere $ 23 trilioni in 2015 e, se la correlazione rimane la stessa, il prezzo dell'oro indicato sarebbe di $ 2,600 per oncia", ha detto secondo una trascrizione del discorso. "Tuttavia, se la cronologia è un esempio, è una scommessa sicura che le stime della spesa pubblica saranno ampiamente superate, e il prezzo dell'oro sarà quindi molto più alto."

Barisheff ha illustrato la correlazione tra oro e debito in un grafico durante la sua presentazione al pranzo 18th Annual Empire Club Outlook, mostrato di seguito:

Il signor Barisheff non ha dato una cronologia su quando si aspetta che i prezzi dell'oro raggiungano $ 10,000 (e a giudicare dalle tendenze, potrebbe non essere per un bel po 'di tempo). Ma è sicuro che alla fine arriverà.

"Questi eventi mi hanno dato la sicurezza di intitolare il mio nuovo libro $ 10,000 Gold", ha detto. "Il libro collega le molte tendenze che saranno direttamente e indirettamente responsabili sia del debito in aumento sia del prezzo dell'oro in aumento nei prossimi cinque anni. Sarà pubblicato quest'anno. "

Aggiunge che alti prezzi dell'oro non saranno solo il sottoprodotto dell'aumento dei livelli del debito pubblico. Barisheff sottolinea che le banche centrali di tutto il mondo sono state acquirenti netti d'oro da 2009, contribuendo a sostenere i prezzi. Ma i veri cambiamenti di gioco devono ancora iniziare a comprare ad un livello equivalente.

"Mentre le banche centrali sono state acquirenti netti di oro da 2009, i veri e propri cambiavalute saranno i fondi pensione e i fondi assicurativi, che a questo punto detengono solo il 0.3% delle loro vaste risorse in oro e titoli minerari", ha detto.

Ha proseguito aggiungendo: "Perdite continue e crescenti deficit delle pensioni renderanno obbligatorio per loro alla fine includere l'oro - una classe di attività che è negativamente correlata ad attività finanziarie come azioni e obbligazioni. Quando ciò accadrà, ci sarà un enorme spostamento da oltre $ 200-trilioni di attività finanziarie globali a meno di $ 2 trilioni di lingotti privati. "

• E-mail: jshmuel@nationalpost.com | Twitter: jshmuel

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!