Japan Airlines Dreamliner ritorna all'aeroporto di Boston dopo i problemi con la pompa del carburante


BOSTON - Un volo della Japan Airlines all'aeroporto Narita di Tokyo è tornato giovedì all'aeroporto di Logan di Boston a causa di un possibile problema alla pompa di carburante sul velivolo Boeing 787.

È l'ultimo guaio per il nuovo velivolo Dreamliner dopo che un problema di batteria agli ioni di litio ha bloccato la flotta a gennaio e un incendio è scoppiato su un aereo della compagnia Ethiopian Airlines parcheggiato all'aeroporto di Londra Heathrow la settimana scorsa.

Il volo 007 è tornato a Boston "come misura precauzionale standard" per controllare un indicatore di messaggi di manutenzione che mostra il possibile problema della pompa del carburante ed è atterrato in modo sicuro, ha detto la portavoce della compagnia aerea, Carol Anderson.

Il pilota non ha dichiarato un'emergenza e l'aeromobile ha bruciato il carburante prima dell'atterraggio, ha detto la portavoce della Federal Aviation Administration, Arlene Salac.

L'aereo è partito per Tokyo poco prima di 1 pm giovedì per un volo di quasi 14 ore. È tornato appena prima di 6: 30 pm

Il volo è stato cancellato e i passeggeri venivano imbarcati su altri voli.

Uno dei due incendi di batterie che hanno generato gli 787 per tre mesi sono scoppiati su un aereo della Japan Airlines a Logan a gennaio, dopo che i passeggeri erano usciti. Il giorno successivo, un'altra 787 della Japan Airlines ha trafugato litri di carburante 40 a Logan. La compagnia aerea ha detto che una valvola aperta ha causato il traboccamento di un serbatoio attraverso uno sfiato.

787 è l'aereo più nuovo e di maggiore profilo della Boeing Co., con sede a Chicago, che ha affermato di difendere la sicurezza e l'integrità generale. 787 è assemblato negli stabilimenti Boeing di Everett, Wash. E North Charleston, SC

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!