L'oro non è ancora il miglior combattente per l'inflazione


Con l'aumento dei tassi di interesse degli Stati Uniti, possedere oro è stato un gioco perdente per chiunque stia cercando di proteggersi dall'inflazione.

L'oro non è una copertura intelligente per l'inflazione, ma molte persone lo hanno usato in questo modo perché pensano di avere poche alternative.

Negli ultimi tre mesi, un tasso di inflazione bassa ha penalizzato gli investitori d'oro e l'indice dei prezzi al consumo ha registrato un buon andamento in percentuale di 2 quest'anno. Come prova, il principale veicolo dell'oro, l'ETF SPDR Gold Trust, ha perso quasi un quarto del suo valore durante lo scorso anno, poiché gli investitori continuano a vendere le loro posizioni. Era in calo del 23 per cento da inizio anno a luglio 12.

Le azioni delle società minerarie d'oro, che possono essere ammaccate anche più dei prezzi dei metalli spot, sono peggiorate. L'ETF di Market Vectors Gold Miners, che detiene le principali società minerarie come Barrick Gold Corp e Newmont Mining Corp, ha perso quasi la metà del suo valore annuale, a partire dal 47%.

Per essere onesti, i prezzi dell'oro sono rimbalzati nelle ultime settimane. L'oro ha toccato il massimo da tre settimane dopo che il presidente della Fed Ben Bernanke ha suggerito che era necessaria una politica molto accomodante per il prossimo futuro. Ma a circa $ 1,285 per oncia il lunedì, l'oro non è vicino al massimo di $ 1,889 in 2011.

Il rallentamento della macchina economica della Federal Reserve aumenterà ulteriormente i tassi di interesse? Occorre fare una distinzione: la riduzione progressiva dei suoi programmi di "quantitative easing" può o meno portare all'inflazione. Ciononostante, l'aumento dei tassi - e il conseguente rafforzamento del dollaro - danneggiano i lingotti d'oro, che non pagano dividendi o interessi.

Uno dei più grandi downer per i proprietari di oro - oltre ai prezzi in ribasso - è stata l'idea del palloncino che un'inflazione significativa stava minacciando l'economia statunitense.

Dopo la fusione di 2008, gli Stati Uniti sono stati in modalità di riduzione della leva finanziaria, che è disinflazionistico. I salari sono stati stagnanti e i prezzi al consumo sono stati meno frequenti. L'oro ha raramente senso in un'economia a bassa inflazione ea crescita lenta.

Forse gli investitori si sono svegliati in massa in questi ultimi tre mesi quando è apparso chiaro che la Fed si è detta più fiduciosa sul fatto che l'economia americana avesse intrapreso un percorso sostenibile. A giugno 28, l'oro aveva registrato la sua più grande perdita trimestrale in termini di record, con una diminuzione del 23 per cento a $ 1,180.70 un'oncia. Attualmente è scambiato a $ 1,282.10.

Al di fuori dei fondi del mercato monetario e dei fondi di prestito bancario a tasso variabile, che ho trattato in una colonna precedente (vedi), un modo utile e meno brillante per coprire l'inflazione è attraverso i fondi del Tesoro protetti dall'inflazione (TIPS).

Mentre i rendimenti di TIPS sono anche poco brillanti in un contesto di bassa inflazione, possono meglio proteggersi dalle aspettative di inflazione a più lungo termine. Poiché sono indicizzati a un indice ben noto che tiene traccia dei prezzi al consumo, sono molto meno volatili e aumentano il rendimento quando l'inflazione aumenta.

Il fondo iShares Barclays TIPS Bond, che detengo nel mio conto 401 (k), detiene obbligazioni indicizzate all'inflazione. Con un rendimento annualizzato 4.7 percentuale negli ultimi tre anni, è tornato più del doppio di quanto offerto da SPDR Gold Trust, che ha guadagnato solo circa il 2 per cento nello stesso periodo.

Ad inizio anno, tuttavia, il fondo iShares è stato deludente, mostrando una perdita percentuale di 7, che si confronta positivamente con la perdita percentuale 23 registrata dal fondo d'oro SPDR.

Perché dovrei raccomandare un fondo che ha perso denaro? Perché penso che, sebbene i timori di inflazione a breve termine siano stati errati, i prezzi aumenteranno gradualmente a dismisura mentre l'economia si surriscalda nei prossimi anni.

Ora è il momento di acquistare CONSIGLI, non quando l'inflazione è in pieno vigore. Se l'economia continua sulla sua traiettoria ascendente, i prezzi di solito seguono. L'ultimo rapporto sull'occupazione negli Stati Uniti ha mostrato che l'occupazione è cresciuta più rapidamente del previsto - quasi i nuovi posti di lavoro 200,000 sono stati creati a giugno.

Finora, tuttavia, l'inflazione non è stata un problema. L'ultimo rapporto sull'indice dei prezzi al consumo ha ancorato il tasso annuale di inflazione a 1.4 per cento fino a maggio. L'anno scorso il calibro era sotto il 2 per cento. Devi tornare su 2007 per vedere il più alto cambiamento annuale del costo della vita dagli 1990 (percentuale 4). Nota: è stato subito dopo che il mercato immobiliare ha raggiunto il picco, ma prima che la bolla del credito scoppiasse.

Nonostante il recente rimbalzo dei prezzi dell'oro - il metallo ha registrato guadagni oltre quattro giorni la scorsa settimana - il doppio smorzamento del rimbalzo del dollaro e gli aumenti dei tassi di interesse statunitensi renderanno l'oro ancora più indesiderabile. Goldman Sachs taglia le sue previsioni per 2013, prevedendo che l'oro finirà quest'anno intorno a $ 1,300 di un oncia 9 per cento rispetto a una previsione precedente.

Goldman ha dichiarato che i prezzi dell'oro continueranno a scendere "date le previsioni degli economisti statunitensi per il miglioramento dell'attività economica e una politica monetaria meno accomodante".

Sebbene ci sia ancora un vivace dibattito sull'eventualità che l'inflazione si manifesterà in larga misura nel prossimo futuro, l'oro non avrà molto lustro se i tassi saliranno e i guadagni in dollari continueranno.

© Thomson Reuters 2013

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!