Fitch taglia l'Ungheria alla spazzatura


Di Gergely Szakacs e Marton Dunai

BUDAPEST - Un downgrade del rating di venerdì ha lasciato il "debito" del debito ungherese valutato in modo trasversale, sottolineando i dubbi degli investitori sulla volontà del governo di cambiare le sue politiche controverse in cambio di aiuti per evitare una crisi finanziaria.

Fitch Ratings ha detto che sta degradando il debito sovrano ungherese di una tacca a BB + con un outlook negativo, mettendo le obbligazioni del paese nella categoria a rischio più elevato e suggerendo che il clima degli investimenti non migliorerà. Compagni di agenzie di rating del credito Moody's e Standard & Poor's valutano già l'Ungheria sotto investment grade.

"(Questo) riflette un ulteriore deterioramento dell'ambiente fiscale e di finanziamento esterno del paese e delle prospettive di crescita, causato in parte da ulteriori politiche economiche non ortodosse, che stanno minando la fiducia degli investitori e complicando l'accordo di un nuovo accordo FMI / UE", ha detto Fitch in un dichiarazione.

Il governo ungherese ha detto di aver trovato la mossa "sorprendente".

La mossa di Fitch arriva mentre il governo del Primo Ministro Viktor Orban ha cercato di allentare le tensioni sui mercati finanziari suggerendo che è disposto a lavorare rapidamente verso un accordo con il Fondo Monetario Internazionale.

Il governo conservatore di Mr. Orban affronta difficili negoziati per un nuovo accordo di finanziamento con i funzionari del Fondo monetario internazionale e dell'Unione europea a fine mese. I funzionari hanno chiarito che il governo ungherese ha bisogno di cambiare la sua posizione su una legge che hanno definito l'indipendenza della banca centrale.

Sotto la crescente pressione dei mercati finanziari, il governo ha fatto marcia indietro rispetto alla sua iniziale insistenza nel rispettare la legislazione contestata dall'UE e dal Fondo monetario internazionale e ha fatto alcune concessioni ai creditori per poter avviare rapidamente i colloqui e assicurare un nuovo accordo finanziario.

Il signor Orban si è già incontrato venerdì con il governatore della banca centrale Andras Simor.

"Il governo e la banca centrale hanno convenuto che un accordo (con l'FMI) il prima possibile è nell'interesse dell'economia. Lo vediamo anche in questo modo ", ha detto in seguito il signor Orban ai giornalisti.

La valuta del fiorino è crollata negli ultimi mesi negli scontri con l'FMI e l'Unione Europea.

Anche i costi dei prestiti sono aumentati, e giovedì il governo non è riuscito a vendere l'importo che aveva preso di mira in un'asta di buoni del tesoro.

Separatamente, il capo economista della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo ha detto che il governo ungherese dovrà accettare un accordo di standby più tradizionale nei colloqui con l'FMI e l'UE e il paese non ha alternative che concludere un accordo con i creditori.

Da quando ha preso il potere in 2010, il partito Fidesz del sig. Orban ha rafforzato la sua presa sui media e sull'alta corte costituzionale, preso i fondi pensione privati ​​e ha schiaffeggiato la più grande tassa europea sulle banche, spingendo le proteste internazionali.

La Commissione europea ha affermato che Budapest deve trovare un modo per rassicurare gli investitori e i governi stranieri sulle sue intenzioni.

Un nuovo accordo di finanziamento è cruciale per l'Ungheria, che ha quasi un debito estero di oltre 350 miliardi di dollari USA da riversarsi in 5 oltre al debito in scadenza, quando ha iniziato a rimborsare un precedente prestito FMI / UE che ha salvato dal crollo finanziario in 6.4.

Gli investitori stranieri sono vicini ai titoli 3.8-trilioni (US $ 16.53-miliardi) di obbligazioni denominate in fiorini.

© Thomson Reuters 2011

Post correlati