Dorel entra nel cuore dell'Europa centrale con l'acquisto polacco


MONTREAL - Dorel Industries Inc., produttore canadese di biciclette e articoli per neonati, si sta ulteriormente orientando verso la vendita al dettaglio acquistando un distributore e venditore di prodotti per bambini in Polonia. L'economia del paese è rimbalzata dopo la caduta del comunismo per diventare uno dei più brillanti d'Europa e potrebbe evitare il forte rallentamento che minaccia il resto del continente.

Dorel ha detto che ha comprato Poltrade, una società con sede nella città meridionale di Katowice, che distribuisce i suoi prodotti nel paese per gli anni 15. Nessun prezzo di acquisto è stato divulgato.

Poltrade occupa una posizione di leadership nel mercato polacco della sicurezza dei sedili per auto e gestisce tre punti di vendita al dettaglio. La società prevede di incassare quest'anno le vendite di circa 7.5-milioni di euro ($ 9.8-milioni). Con l'acquisto, Dorel spinge più lontano a livello internazionale in mercati in crescita per compensare la debolezza dei suoi prodotti per l'infanzia in Nord America. E aumenta anche la sua presenza al dettaglio.

Il mese scorso, Dorel ha concluso un accordo per l'acquisto di una partecipazione di controllo in Silfa, un gruppo di società che detiene il marchio di prodotti per l'infanzia più popolare del Sud America. Questa transazione, che include un interesse per la catena Baby Infanti dei negozi specializzati 52, ha lanciato l'azienda nella vendita al dettaglio. Fino a dicembre aveva prodotto solo prodotti.

"[Questo nuovo accordo] è un altro esempio tangibile della nostra strategia di crescita nei mercati al di fuori del Nord America", ha dichiarato il presidente del gruppo Dorel Juvenile, Hani Basile. "In vista delle opportunità che vediamo in questa regione, l'integrazione con Dorel darà al team polacco ulteriori strumenti per estendere la penetrazione sia della marca che della categoria di prodotto in questo mercato chiave dell'Europa centrale."

Poltrade è stata fondata in 1991, lo stesso anno in cui l'economia della Polonia ha avuto una contrazione.

Il paese è l'unica nazione dell'UE ad aver evitato una recessione negli ultimi 20 anni. La linea di tendenza potrebbe estendersi a 2012 mentre il resto del continente scivola in una recessione scandita dalla crisi del debito sovrano.

Jacek Rostowski, ministro delle finanze polacco, ha detto alla rivista Newsweek in un articolo pubblicato questa settimana che l'economia polacca può crescere ad un tasso di 3% a 4% anche se l'eurozona ha un "decennio perduto" di crescita zero, purché il blocco valutario non si sfalda.

I trattati dell'Unione europea devono essere modificati per consentire alla Banca centrale europea di acquistare obbligazioni di membri dell'UE fiscalmente responsabili che non possono finanziare il debito a causa del contagio del mercato finanziario, ha affermato Rotowski.

"La verità su questa crisi è che l'Italia, la Spagna, la Francia e la Germania sono tutti solventi ai rendimenti 3%, mentre nessuno di loro - nemmeno la Germania - è solvibile a 8%", ha detto Newsweek al ministro delle finanze.

Negli ultimi due decenni, la Polonia ha più che triplicato il suo PIL pro capite in termini di dollari correnti - da US $ 5,612 a US $ 18,800 da 2010. Gli esportatori del paese stanno guadagnando quote di mercato, in parte a causa del contenimento dei costi di manodopera.

Dorel, con sede a Montreal, produce prodotti per l'infanzia con il nome Maxi-Cosi e Safety 1st tra gli altri. A novembre, ha registrato un utile netto del terzo trimestre di $ 23.1-milioni o 71 ¢ per azione, in calo del 24.5% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, citando la diminuzione della domanda negli Stati Uniti per gli articoli per bambini.

Le azioni di Dorel hanno ceduto il 0.5% a $ 25.50 nel primo pomeriggio, scambiandosi giovedì sulla Borsa di Toronto, al di sotto del 26% dal loro massimo da 52-week.

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!