Hub di stoccaggio dell'olio canadesi destinati a espandere 25% da 2015


CALGARY - I hub petroliferi canadesi di Hardisty e Edmonton in Alberta stanno intraprendendo un importante ciclo di espansione dello storage che dovrebbe aumentare la capacità di circa il 25 per cento e fornire maggiori opportunità per la commercializzazione della produzione di greggio di sabbie bituminose.

Secondo i dati aziendali e le stime della società di intelligence energetica Genscape, i progetti dovrebbero aggiungere circa 9 milioni di barili di capacità nei prossimi due anni.

Inoltre, TransCanada Corp aggiungerà un volume non ancora documentato di capacità di archiviazione in Hardisty, una volta messo in luce un importante progetto di gasdotto orientale.

Si prevede che la produzione grezza di sabbie bituminose di Alberta raggiunga quasi il doppio di 3.22 milioni di barili al giorno da 2020, da 1.8 milioni di bpd in 2012.

La parte del leone della nuova capacità di stoccaggio - 6.6 milioni di barili - sarà costruita a Edmonton, dove ci sono caverne di sale e serbatoi di stoccaggio fuori terra. La capacità attuale è stimata attorno a 11 milioni di barili, sebbene Enbridge Inc - il più grande proprietario di storage, secondo il gruppo di intelligence del settore Genscape - non abbia voluto dare cifre.

Tradizionalmente il più piccolo dei due hub, Edmonton sta attraendo investimenti grazie alla sua vicinanza a raffinerie come lo stabilimento 187,000 bpd Strathcona di Imperial Oil e gli oleodotti che collegano ovest alla costa della British Columbia, così come a sud degli Stati Uniti.

Edmonton è il punto di partenza per la pipeline 300,000 bpd Trans Mountain di Kinder Morgan Energy Partners LP, che la società sta proponendo di espandere a 890,000 bpd.

"Hardisty è essenzialmente un incrocio di diverse linee di esportazione, mentre Edmonton ha più opzioni perché ci sono delle raffinerie", ha detto Tony Mate, direttore delle comunicazioni aziendali e degli investitori dell'Inter Pipeline Fund, che possiede barili 75,000 di storage in Hardisty.

IL CUSCINETTO DEL CANADA

Hardisty, una piccola città nel centro-est dell'Alberta, è l'equivalente canadese di Cushing, il principale hub di stoccaggio del greggio statunitense in Oklahoma. Sebbene non ci siano dati ufficiali disponibili, i giocatori del settore stimano che vi sia una capacità di stoccaggio per 20 di 25 milioni di barili di petrolio nelle vasche di produzione di cisterne.

È un punto di congiunzione sulla linea principale di Enbridge e anche i volumi di greggio possono fluire a sud sulla pipeline 590,000 bpd Keystone di TransCanada Corp e sul pipeline 280,000 bpd Express-Platte di Spectra Energy.

TransCanada sta pianificando di aggiungere al suo 4.5 milioni di barili di stoccaggio di greggio a Hardisty se la stagione aperta sul progetto del gasdotto Energy East va bene, ha detto il portavoce della società Davis Sheremata, anche se ha rifiutato di commentare quanto.

Il progetto Energy East è un piano per costruire un gasdotto per spedire il 850,000 bpd delle raffinerie di greggio occidentale alle raffinerie orientali, con un'apertura mirata di 2017.

La maggior parte dei proprietari di cisterne più grandi cedono la capacità di stoccaggio ad altre società e gli operatori del settore sostengono che la maggior parte è stata utilizzata dai produttori canadesi per scopi operativi, piuttosto che dagli speculatori che cercano di incassare fluttuazioni dei prezzi del greggio.

Tuttavia, lo stoccaggio fornisce una certa sicurezza contro la volatilità del greggio pesante canadese, che è affondato a $ 40 per barile al di sotto del benchmark intermedio del West Texas in 2013.

"È un bel buffer tra domanda e offerta quando ci sono condizioni come quelle che abbiamo visto negli ultimi due anni, dove l'offerta cresce rapidamente e la domanda non lo è", ha detto Martin King, analista di FirstEnergy Capital a Calgary.

"Per gli operatori di storage è stato un buon concerto."

© Thomson Reuters 2013

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!