7.18.13: ancora piede per i banchieri centrali


Registrazione for the Executive Summary email briefing to get the news delivered straight to your inbox first thing in the morning.

[np_storybar title = "Mercati: dai numeri" link = ""]

La chiusura dei mercati globali di giovedì
FTSE 100 della Gran Bretagna
6,634.36 + 62.43 + 0.95%

EURO STOXX 50
2,717.99 + 36.11 + 1.35%

Il giapponese Nikkei
14,808.50 + 193.46 + 1.32%

La Cina di Shanghai
2,032.40 -21.53 -1.05%

Hang Seng di Hong Kong
21,345.22 -26.65 -0.12%

S & P / ASX 200 australiano
4,993.40 + 11.70 + 0.23%

[/ Np_storybar]

Con l'economia globale che ancora sta lottando per trovare la trazione sostenibile, non è sorprendente che i banchieri centrali in Canada e altrovestanno prendendo una pausa per riflettere e considerare le loro prossime mosse di politica monetariaFinancial Post’s Gordon Isfeld. Some — such as the Bank of Canada’s newly installed governor Stephen Poloz — are looking for signs that growth will soon be on a solid ground, clearing a path to finally begin raising interest rates again. Still others, including Mark Carney — until last month, Canada’s top central banker and now the Bank of England chief — are pondering whether and when more stimulus spending is needed to pump up the economy. Or, in the case of U.S. Fed chairman Ben Bernanke, when to begin turning off those asset purchases. On Wednesday, all three central bankers addressed their concerns in one fashion or another. “None are entirely thrilled with the pace of economic growth, but all are hopeful that things will get better,” said Avery Shenfeld, chief economist at CIBC World Markets. “It’s a reasonable bet that the global economy will heal and help all three [countries] next year, but it’s not a sure thing.”

Leggi Anche: I segnali di Poloz si mantengono bassi per un po 'di tempo - Posta finanziaria

Top 4 rischia di affrontare l'economia secondo la Bank of Canada - Posta finanziaria

Leggi la dichiarazione ufficiale della Banca del Canada - Posta finanziaria

Il successore di Bernanke sarà importante per il mercato obbligazionario?

Bill Hubard, capo economista di Markets.com, parla con Guy Johnson delle mosse dietro le quinte per sostituire Ben Bernanke come presidente della Federal Reserve se decide di dimettersi e quale tipo di impatto potrebbe avere sul mercato obbligazionario. Guarda il segmento qui sotto.

Perché Tim Hortons non riesce a segnare in America

L'incapacità di Tim Hortons di prendere piede con i consumatori negli Stati Uniti, dove il fascino canadese della catena del caffè e della ciambella, significa poco in un mercato affollato di fast food, è causando crescenti disordini tra i suoi azionisti. Gli investitori attivisti dicono che l'espansione di $ 664 milioni negli ultimi dieci anni è stata uno spreco. La posta in gioco potrebbe essere un ritiro forzato da un mercato che promette alla potenziale crescita dell'azienda Oakville, con sede nell'Ontario, quando raggiunge la saturazione in casa. "Stanno incontrando il punto in cui non saranno in grado di aprire altri negozi in Canada", ha detto Jim Danahy, amministratore delegato di Customer LAB, una società di consulenza al dettaglio con sede a Toronto, in un'intervista. "Sanno che la crescita a lungo termine dovrà venire dagli Stati Uniti". Tim Hortons ha recentemente criticato la sua strategia statunitense dagli investitori attivisti Highfields Capital Management LP di Scout Capital Management LLC, con sede a Boston e New York, che detengono 4% e 5 % delle azioni della società, rispettivamente. Entrambe le società di investimento hanno fatto pressione sulla società per ridimensionare l'espansione degli Stati Uniti, e invece dirigere il capitale per condividere i riacquisti.

Leggi Anche: Hedge fund esorta Tim Hortons a ottimizzare la struttura del capitale - Reuters

Le azioni RBC e TD sono quasi ai massimi storici

Azioni di Royal Bank of Canada e Toronto-Dominion Bank si stanno avvicinando ai massimi storici, alzando un indice dei maggiori istituti di credito del paese. La Royal Bank, il più grande istituto finanziario del Canada per attivi, ha aumentato 1.3% a $ 64.60 a 11: 34 a Toronto, il suo più alto prezzo intraday dal febbraio 25. Una chiusura a quel livello sarebbe un record dopo aver preso in considerazione le scissioni di azioni, eclissando il picco precedente di $ 64.49 a febbraio 20, secondo i dati compilati da Bloomberg. Toronto-Dominion, la seconda banca più grande, ha fatto passare 1.5% a $ 87.42, il suo più alto intraday in quasi due anni. Il precedente prezzo di chiusura record del prestatore di Toronto era $ 86.40 a marzo 30, 2011. Le banche canadesi stanno aumentando in quanto il mercato immobiliare nazionale sfugge alle previsioni di un forte rallentamento. Le vendite di case esistenti in Canada sono aumentate del 3.3% a giugno, quasi corrispondenti al guadagno del mese precedente che è stato il più veloce in oltre due anni, secondo i dati della Canadian Real Estate Association.

Leggi Anche: Il rallentamento delle abitazioni rende le banche canadesi più attraenti - Bloomberg

Telefoni Windows che fumano BlackBerrys?

Sembra che ci sia un nuovo vincitore nella corsa per il terzo posto nella guerra della piattaforma mobile. I sistemi operativi Android di Google e iOS di Apple sono ancora in vetta, ma ora sembra che più clienti stiano gravitando verso la piattaforma Windows Phone come alternativa al BlackBerry. BlackBerry ha rilasciato il suo nuovo sistema operativo mobile, BlackBerry 10, all'inizio di quest'anno, ma le vendite sono state finora deludenti. Infatti, BlackBerry ha spedito solo 2.7 milioni di dispositivi BlackBerry 10 lo scorso trimestre. Nel frattempo, Nokia dice di aver spedito 7.4 milioni dei suoi smartphone Lumia, che eseguono il sistema operativo Windows Phone di Microsoft. Quel numero era più basso di quanto gli analisti si aspettassero, ma ancora più alto di quello che BlackBerry era riuscito a fare l'ultimo trimestre.

Leggi Anche: I prezzi di BlackBerry Z10 tagliati negli Stati Uniti come prova di vendite deboli si alzano, riferisce il rapporto - Posta finanziaria

Slight jump in profit for takeover target Shoppers

Mercato degli stupefacenti ha ottenuto un forte impulso dalle sue aziende di bellezza e alimentari nel secondo trimestre - categorie in cui i dirigenti mirano a ottenere ulteriori guadagni quando il rivenditore di droga si integra con il suo futuro genitore aziendale, Loblaw Cos, riporta Hollie Shaw del Financial Post. Ltd. La più grande catena di farmacie del Paese ha dichiarato che l'utile netto è salito del 5.8% a 73 ¢ cent nel periodo conclusosi a giugno 13, o $ 147-milioni, rispetto a 69 ¢ ($ 145-milioni) nello stesso periodo dell'anno scorso. I guadagni superano Thomson Reuters e le aspettative degli analisti sono aumentate di un centesimo. Le vendite aumentano del 3.3% a $ 2.5-miliardi, con vendite di $ 1.2-miliardi nella sua farmacia e $ 1.3-miliardi nelle vendite non farmaceutiche. Le vendite per lo stesso negozio, una misura chiave del volume di calcolo della salute al dettaglio presso gli outlet aperti per più di un anno, sono aumentate del 1.3% in farmacia e di 2.6% nella parte anteriore del negozio.

Leggi Anche: I clienti di Loblaw-Shop non sono l'unico motivo per cui le azioni dei consumatori sono in aumento - Posta finanziaria

Una fusoliera di confusione

It wasn’t the rollout they were hoping for or planning on. Indeed, changes underway at WestJet Airlines Ltd. to introduce premium economy seats and fare bundles hanno creato alcuni dolori crescenti visto che il vettore basato su Calgary sembra evolversi oltre una compagnia aerea "taglia unica", riporta il Posta finanziaria‘s Scott Deveau. Senior management acknowledged in a memo to staff obtained by the Posta finanziaria that the roll out of its new offerings has been rougher than they had hoped. The new class of seating, or its so-called Plus product, gives passengers added legroom in the first three rows of the plane and offers other amenities, like a second checked bag and priority boarding, for a fee. But its soft launch in recent months has also created some tension between WestJet’s front-line workers and its customers. “We underestimated the impact that the complexity and magnitude of this change would have on both WestJetters and our guests,” acknowledged Bob Cummings, WestJet executive vice-president of sales, marketing and guest experience, in an email to WestJetters dated July 8.

Leggi Anche: WestJet cerca di tagliare i costi come "cuscinetto" rispetto a Air Canada - Posta finanziaria

Scorte di consumatori su uno strappo

L'acquisizione pianificata da parte di Loblaw Cos Ltd. di Shoppers Drug Mart Corp. ha messo una tassa sulle azioni dei consumatori canadesi questa settimana, ma il blockbuster $ 12.4-billion deal non è l'unica cosa che rafforza il rendimento azionario del settore negli ultimi tempi, riporta il Posta finanziaria‘s David Pett. A combination of catalysts including M&A and corporate restructuring as well as real estate spinoffs and shareholder activism have turned the country’s largest publicly-traded retailers from an afterthought into one of the hottest plays around. “It’s become a really interesting space that has done remarkably well for a while now,” said Mary Anne Wiley, head of iShares Canada. “If the Canadian economy improves, the sector may benefit even further and continue to perform nicely.” Since the beginning of the year, the S&P/TSX Capped Consumer Staples Index has risen 21%, far outperforming the broader S&P/TSX Composite benchmark, which is up just 1%. The staples group also rose 20.8% and 4.8% in 2012 and 2011, respectively, versus the broader index’s 1.8% gain and 11% loss during the same time periods.

Leggi Anche: Le catene di abbigliamento potrebbero percepire calore da un accordo di $ 12.4 miliardi - Posta finanziaria

Cosa c'è nel portafoglio di Jean Coutu?

Sulla scia dell'affare di Loblaw-Shoppers Drug Mart, la decisione di Jean Coutu Group Inc. di vendere la quota residua di 7.2% in Rite-Aid Corp. solleva più domande su ciò che la catena di drugstore del Quebec ha pianificato per la sua crescente posizione di cassa, scrive il Posta finanziaria‘s Jonathan Ratner. The company has filed with regulators to sell 65.4 million Rite-Aid shares. Following the sale, Jean Coutu will have fully divested its 28% position in the U.S. drugstore operator over the past two years. It sold more than 40 million Rite Aid shares in June. With the transaction expected to raise $183-million in gross proceeds, Barclays analyst Jim Durran estimates that Jean Coutu will have about $475-million in net cash. The company has no debt on its balance sheet. “Jean Coutu’s management has been open about their desire to participate in industry consolidation to improve profitability eroded by government drug reforms,” the analyst said in a research note. “Given the size of the cash balance and the speed at which Jean Coutu has built up the balance sheet, we believe this Rite-Aid sale and the preceding one have increased the possibility that Jean Coutu could be preparing to make an acquisition.”

Leggi Anche: L'affare $ 12.4-billion Shoppers di Loblaw dimostra che i droghieri sono affamati di affari in farmacia - Posta finanziaria

Un oleodotto controverso con un nome diverso

A Canadian company’s plan to build an oil pipeline that will stretch for hundreds of kilometres through the U.S. Midwest, including through many sensitive waterways, is quietly on the fast-track to approval — solo non quello a cui stai pensando. As the Keystone XL pipeline remains mired in the national debate over environmental safety and climate change, another company, Enbridge Inc. of Calgary is hoping to begin construction early next month on a 965-kilometre pipeline that would carry oil from Flanagan, Ill., 160 kilometres southwest of Chicago, to the company’s terminal in Cushing, Okla. From there the company could move it through existing pipeline to Gulf Coast refineries. The company is seeking an expedited permit review by the U.S. Army Corps of Engineers for its Flanagan South pipeline, which would run parallel to another Enbridge route already in place. Unlike the Keystone project, which crosses an international border and requires State Department approval, the proposed pipeline has attracted little public attention — including among property owners living near the planned route.

Leggi Anche: Cos'è Keystone XL? La metà degli americani non ha mai sentito parlare del progetto dell'oleodotto - Posta finanziaria

Le banche canadesi sono "davvero economiche"

No, not in that way. Canadian bank valuations have plunged in the past four years amid a slowdown in the housing market, making the country’s lenders including Toronto-Dominion Bank and Bank of Nova Scotia more attractive to investors. Bank stock values closely track resale home prices, which rose at the slowest pace in almost four years last month. As a result, Canadian lenders are trading at about 11 times earnings, down from almost 19 in September 2009. “We think the banks are really cheap,” David Baskin, president of Baskin Financial Services, whose Toronto-based firm oversees about $500 million including bank shares. “People will become more comfortable with the Canadian housing market again and they’ll recognize that these fears were overblown.” Bank stock valuations have been a leading indicator to the changing pace of resale home prices since 2009, Bloomberg data show. The ratio of stock price to earnings for Canada’s eight-largest lenders soared in February 2009, about three months ahead of a surge in the growth of home prices, according to Bloomberg data. Bank stocks were most expensive at the end of September 2009, while home prices peaked in May 2010.

Leggi Anche: David Rosenberg dice che tutto va bene nella casa canadese - Posta finanziaria

Grazie per aver letto. Aggiorniamo questo riepilogo durante tutta la giornata lavorativa, quindi ricontrolla per le ultime notizie. Registrazione per il nostro briefing e-mail di sommario esecutivo per ricevere le notizie direttamente nella tua casella di posta. Puoi anche seguire Posta finanziaria on Twitter e Facebook.

Post correlati

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!